Android

Un concept di schermata di blocco Android ispirata a iOS 16 con Material You

Un concept di schermata di blocco Android ispirata a iOS 16 con Material You

L’ orologio a doppia riga di Android 12 è una delle espressioni più importanti di Google Material You. Seguendo la grande enfasi di iOS 16, un concept design immagina come la schermata di blocco di Android e Pixel potrebbe evolversi con l’aggiunta di profondità.

La schermata di blocco di Android sui telefoni Pixel oggi inizia con il giorno/la data nell’angolo in alto a sinistra, mentre il tempo (condizioni e temperatura) è al di sotto. Sopra questo widget At a Glance c’è la barra di stato di Android in cui l’operatore è indicato a sinistra ea destra mostra la percentuale della batteria e lo stato della connessione. Nella parte inferiore della schermata di blocco, ottieni una scorciatoia per aprire i controlli della casa intelligente e Google Pay (presto Google Wallet ).

Oltre allo sfondo, l’orologio (quando non ci sono notifiche) è letteralmente l’attrazione più grande e utilizza Dynamic Color per adattarsi allo sfondo impostato.

Il designer Philip Chang si è ispirato a iOS 16 per immaginare come potrebbe essere la schermata di blocco di Android in futuro. Vale a dire, la profondità viene applicata in modo che l’orologio si adatti anche a ciò che è nell’immagine di sfondo effettiva. Nell’esempio visto sopra, “10” è visualizzato dietro le formazioni rocciose e i gabbiani sono chiaramente stratificati sopra il “12”. Nota anche come le ore e i minuti utilizzano colori diversi.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

 

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Samsung conferma Galaxy A Event il 17 marzo è tutto pronto per il lancio

Leonardo Playblog.it

Google ha finalmente risolto un bug importante nella app Authenticator

YouTube e i suoi problemi pubblicitari

Lascia un commento