NetflixNews

The Night Agent: il finale spiegato della prima stagione

the night agent finale prima stagione

The Night Agent: il finale spiegato della prima stagione che tanto ha appassionato il pubblico di Netflix.

Il finale della prima stagione di The Night Agent ha visto finalmente entrare in azione il piano dei cattivi, culminando in una serie di colpi di scena esplosivi.

Dopo diversi episodi di preparazione, l’ultimo episodio del thriller politico di Netflix ha ripagato gli sforzi di Peter e Rose per fermare un complotto del vicepresidente. Tutto si è ridotto a uno scontro finale a Camp David, e con la vita del presidente a rischio, la posta in gioco non è mai stata più alta.

Gli eventi della prima stagione di The Night Agent hanno rappresentato un viaggio tumultuoso per tutti i coinvolti, non esclusi i principali antagonisti della serie.

Gli sforzi di Peter, Rose, Chelsea e Monks hanno causato numerosi ostacoli ai piani dei cattivi. I personaggi principali hanno subito grandi perdite lungo la strada, come Cisco e Monks, ma varie scoperte nelle loro indagini li hanno aiutati ad avvicinarsi sempre più a scoprire cosa stessero pianificando i cattivi, rivelando nel frattempo figure nascoste nel loro complotto segreto.

Ma nonostante i progressi ottenuti, la vicepresidente Ashley Redfield e Gordon Wick hanno comunque portato avanti il secondo attacco, seppur con qualche modifica. Ecco una spiegazione completa del finale della prima stagione di The Night Agent.

Spiegazione del finale della prima stagione di The NIght Agent

L’identità delle parti dietro l’attentato alla metropolitana, i dettagli della copertura e il movente dell’attacco sono tutti elementi integrali della storia di The Night Agent, poiché forniscono una ragione per tutto ciò che è accaduto nella serie. I mandanti dell’attacco terroristico furono Redfield e Wick, che assunsero Colin Worley per far esplodere la bomba.

Diana Farr di The Night Agent non ha avuto alcun ruolo nel complotto stesso, e ne è stata informata solo dopo che era già avvenuto. Tuttavia, ha preso provvedimenti per garantire che il pubblico (e la Casa Bianca) non venisse a conoscenza della verità su ciò che Redfield e Wick avevano fatto.

Come Peter e Rose hanno capito fin dall’inizio della serie, l’attentato alla metropolitana non è mai stato un semplice atto di terrorismo. Lo scopo principale era quello di mascherare l’uccisione di un singolo bersaglio: Omar Zadar.

Zadar era una figura politica straniera il cui presunto coinvolgimento in attacchi terroristici sul suolo statunitense lo rendeva un personaggio molto controverso. Tuttavia, a causa della sua popolarità e del suo potere, la presidente Michelle Travers riteneva che il governo americano dovesse andare oltre e collaborare con Zadar.

Redfield, d’altra parte, riteneva che un’alleanza con qualcuno come Zadar avrebbe destabilizzato la nazione e lo voleva morto. Wick la pensava allo stesso modo, ma era anche motivato dai suoi interessi commerciali.

Come ha sottolineato Farr, la compagnia di Wick ha ricevuto “miliardi” dal rivale politico di Zadar.

L’attentato alla metropolitana: chi l’ha fatto e perché?

Il fallimento dell’attentato alla metropolitana ha portato Redfield e Wick a pianificare un secondo attentato alla vita di Zadar, questa volta con l’aiuto di Farr. Ma con l’evolversi della situazione, il piano è cresciuto in scala, con i due che hanno cospirato per uccidere anche la presidente Travers.

Tuttavia, Farr è stata tenuta all’oscuro di questo aspetto del piano. Era a conoscenza solo del loro piano originale. A quanto pare, Redfield e Wick hanno deciso da soli che la morte di Travers doveva avvenire.

Come ha spiegato Redfield alla figlia, lui credeva che Travers fosse “morbida”, il che, per lui, la rendeva pericolosa tanto quanto la persona che stavano cercando di uccidere. Inoltre, la sua morte avrebbe direttamente avvantaggiato Redfield, Wick e tutte le loro pedine.

Se fosse morta, Redfield sarebbe diventato presidente, permettendogli di concedere il perdono a chiunque lo avesse aiutato. Per lui e Wick, avere quel potere era apparentemente reso necessario dai dettagli che Peter e Rose minacciavano di esporre in The Night Agent.

Sapendo che Farr non avrebbe accettato, l’hanno esclusa e hanno cambiato il piano, passando dall’uccisione di Zadar quando il suo aereo fosse atterrato a nascondere una bomba a Camp David.

Questo avrebbe ucciso Zadar, Travers e Chelsea, che sapevano almeno qualcosa dei loro traffici nella prima stagione di The Night Agent. Ma grazie a Peter e Rose che hanno messo al corrente Farr, il tentativo di assassinio è stato sventato. Redfield è stato arrestato per le sue azioni, ma Wick è ancora a piede libero – per ora.

Cosa è successo al padre di Peter Sutherland?

Nel finale della prima stagione di The Night Agent, un’altra trama chiave ha trovato una soluzione, fornendo finalmente a Peter le risposte che cercava riguardo a suo padre.

Le rivelazioni giunte nel finale hanno confermato che i sospetti su Peter Sutherland Sr. erano purtroppo ben fondati. Come confermato dal suo video di confessione, era davvero colpevole di tradimento.

In cambio di denaro, aveva fornito segreti governativi a un agente straniero, anche dopo averne appreso la vera natura. La violazione del Pentagono è avvenuta come diretta conseguenza delle sue azioni.

Tuttavia, anziché morire da traditore in un incidente d’auto come era stato portato a credere il pubblico, il padre di Peter ha stretto un accordo con la Casa Bianca per diventare un doppiogiochista, presumibilmente per redimersi.

È stato il suo lavoro di doppiogiochista a farlo uccidere alla fine, ma poiché queste circostanze dovevano essere tenute segrete, a Peter non è stato permesso di conoscere la storia completa fino a quando non gli è stato dovuto un favore da Travers nel finale della prima stagione di The Night Agent.

Peter diventa un vero Night Agent alla fine della prima stagione

Oltre a ricevere risposte su suo padre, Peter è stato ricompensato per aver salvato Travers in un altro modo. In riconoscimento delle sue abilità, è diventato un vero Night Agent. Invece di monitorare il telefono nel seminterrato dell’FBI, Peter potrà operare sul campo e intraprendere missioni segrete come la zia e lo zio di Rose. Non è stato spiegato cosa farà esattamente, né i dettagli del suo primo incarico, ma la portata del progetto Night Action è stata anticipata da Travers, che l’ha descritta come qualcosa che attraversa i continenti e metterebbe Peter in grado di aiutare il paese in modi di “importanza vitale”.

Ci sarà una seconda stagione di The Night Agent?

Come suggerisce il finale della prima stagione di The Night Agent, la serie ha altre storie da raccontare con i suoi personaggi, in particolare Peter.

Netflix ha già confermato che lo spettacolo è stato rinnovato per una seconda stagione.

Purtroppo è troppo presto per dire quale sarà la sua trama, ma alcuni indizi si possono trovare nel finale della prima stagione e nelle parole del creatore dello show, Shawn Ryan.

Basandosi sui commenti di Ryan, The Night Agent sposterà la sua ambientazione centrale da Washington D.C. a una nuova location. Non è chiaro dove sarà, ma il cambiamento corrisponde a ciò che Travers ha detto sulla portata del programma Night Action.

Tenendo presente queste osservazioni, la seconda stagione di The Night Agent potrebbe svolgersi ovunque sul pianeta.

Inoltre, includerebbe un cast per lo più nuovo, il che naturalmente andrebbe di pari passo con il cambio di location.

A seconda della direzione presa dalla seconda stagione, la serie potrebbe o meno affrontare il più grande elemento in sospeso della prima stagione: Gordon Wick. Wick non è mai stato catturato, il che significa che potrebbe tornare come un cattivo ricorrente quando la storia di Peter e Rose continuerà.

 

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

IBIZA – Film – Netflix

Yaratilan – La creatura la miniserie fantasy Netflix tratta dal libro

playblog.it

God’s Favorite Idiot disponibile su Netflix la Serie Comedy con Melissa McCarthy

playblog.it

Lascia un commento