Disney+

Il riepilogo della stagione 2 di Only Murders in the building: cosa ricordare per la terza stagione?

Il riepilogo della stagione 2 di Only Murders in the building: cosa ricordare per vedere la terza stagione?

La seconda stagione della famosa serie di Disney+ ci regalato tanto mistero, commedia e dramma. Ecco cosa devi ricordare prima di iniziare a vedere la stagione 3.

L’originale Hulu, disponibile in Italia su Disney+ è stato acclamato dalla critica. Only Murders in the Building ritorna con la terza stagione.

Nella prima stagione abbiamo conosciuto Mabel ( Selena Gomez ), Charles ( Steve Martin ) e Oliver ( Martin Short ) riunirsi per lanciare il loro omonimo podcast di risoluzione dei crimini mentre districano un mistero lungo anni e un omicidio.

Tutto questo stando sotto lo stesso tetto: l’Arconia, il loro condominio.

La seconda stagione copre molteplici trame che iniziano quando Mabel diventa la principale sospettata dell’omicidio di Bunny ( Jayne Houdyshell ), con Charles e Oliver come suoi complici.

Ecco un riepilogo con tutto ciò che devi ricordare prima della terza stagione.

Il riepilogo della stagione 2 di Only Murders in the building

Il trio è al centro dell’attenzione nella stagione 2 di “Only Murders in the Building”.

Mabel, Charles e Oliver vengono presi in custodia in seguito all’omicidio di Bunny, ma vengono rilasciati poco dopo per mancanza di prove. Mabel cerca di prendere le distanze dagli argomenti legati alla criminalità, incluso il podcast con Charles e Oliver.

Dopo che il suo murale degli Arconiani diventa virale, incontra Alice ( Cara Delevingne ), un’artista locale con la quale inizia a legare. Alice aiuta Mabel a superare la rabbia e lo stress connettendosi con il suo lato artistico.

L’attrazione di Mabel per Alice si basa sul fatto che non conosce il passato di Mabel. Alla fine accettano di provare sentimenti reciproci e iniziano una relazione.

Anche se le cose stanno migliorando per Mabel sul fronte romantico, non riesce ancora a sfuggire al caso di omicidio.

Lei è riuscita anche a guadagnarsi una sorta di “seguito” da parte dei “fan” sui social media, che l’hanno considerata “Bloody Mabel”.

Le cose sembrano ancora più sospette quando si mette nei guai dopo aver apparentemente accoltellato “Glitter Guy”, uno della lunga lista di sospettati che avevano in quel momento, in pubblico.

Theo ( James Caverly ) la aiuta a superare l’intera dura prova ed entrambi finalmente riescono a concludere la morte di Zoe ( Olivia Reis ) dopo che Mabel lo ha perdonato.

Il riepilogo della stagione 2 di Only Murders in the building

Nel frattempo, Charles cerca anche di reindirizzare le sue energie verso qualcosa di diverso dal podcast e accetta un ruolo nel riavvio di Brazzos – solo per scoprire che lo spettacolo sarà incentrato su una donna che interpreta sua nipote e ora sarà Zio Brazzos, il suo stesso personaggio.

Se non bastasse però il personaggio avrà un po’ di demenza e dovrà usare una sedia a rotelle.

Lucy ( Zoe Colletti ), la figlia adolescente di una delle sue ex fidanzate, va a trovarlo e gli rivela che ci sono tunnel in tutto l’Arconia, ma nasconde un’informazione importante: in realtà ha visto l’assassino fuggire attraverso di loro la notte in cui Bunny era assassinato.

Quando il mistero si infittisce, Charles fa visita a Jan ( Amy Ryan ) , colpevole dell’amore del passato e della prima stagione, e lei lo guida attraverso il modus operandi dell’assassino.

Il reboot del podcast e Oliver

Al contrario, Oliver non vuole mollare il podcast, insistendo per fare un seguito sull’omicidio di Bunny. Alla fine riesce a convincere Mabel e Charles a riavviarlo dopo che le cose sono diventate ancora più losche intorno all’omicidio.

Per quanto riguarda la sua vita al di fuori del podcast, Oliver si avvicina a suo figlio Will ( Ryan Broussard ) mentre lo aiuta a dirigere uno spettacolo teatrale, ma questo lo porta a sospettare che potrebbe non essere il suo padre biologico.

Dopo aver fatto un test del DNA, scoprono che ha antenati greci, mentre Oliver ha origini irlandesi. Oliver ne discute con Teddy ( Nathan Lane ) e lui ammette di aver avuto una relazione con la moglie di Oliver, ma decidono di non dirlo mai a Will.

Cosa c’entra il dipinto nella stagione 2 di “Only Murders in the Building”?

Uno dei misteri più sconcertanti della seconda stagione è del famigerato dipinto. L’assassino colloca un dipinto che apparteneva a Bunny nell’appartamento di Charles, cercando di incriminarlo.

Nel processo, Charles scopre la storia di suo padre, come è raffigurato nel dipinto, insieme alla madre di Bunny, Leonora ( Shirley MacLaine ).

Il trio cerca di riportare di nascosto il dipinto nell’appartamento di Bunny quando ha luogo il suo memoriale, ma non ci riescono e sono costretti a lasciarlo in un cassonetto, da dove scompare.

Si scopre che Amy Schumer , la nuova vicina di The Arconia , l’ha preso dal cassonetto e l’ha messo nel suo attico, solo per rendersi conto che è un falso.

Tuttavia, Amy Schumer non è l’unica a volere il dipinto. Anche la madre di Bunny, Leonora, si è presentata all’hotel dopo la morte di sua figlia, sperando di acquisire il dipinto che secondo lei era in realtà suo.

È Leonora a confermare che il dipinto di Schumer è un falso. Si scopre quindi che il vero dipinto si trova sotto la gabbia della signora Gambolini, l’uccello di Bunny.

Viene inoltre rivelato che sotto quel dipinto ce n’è un altro, raffigurante Charles e suo padre in giovane età. E con un’ultima svolta, si scopre che la donna che affermava di essere la madre di Bunny, Leonora, in realtà non è Leonora, ma Rose Cooper, l’artista dietro entrambi i dipinti e una donna innamorata del padre di Charles.

Il riepilogo della stagione 2: chi ha ucciso Bunny nella seconda stagione di “Only Murders in the Building”?

Jane Houdyshell nel ruolo di Bunny in Solo omicidi nell’edificio.Image via Hulu
Sebbene Bunny sia sempre stata una presenza aspra e fastidiosa nella vita degli Arconiani, un episodio dedicato al suo ultimo giorno rivela che stava attraversando la vita come tutti gli altri.

Nel flashback, vediamo come dopo che il trio ha risolto il mistero della prima stagione , Bunny ha cercato di connettersi con loro offrendo loro una bottiglia di champagne da condividere, ma loro l’hanno subito respinta e poco dopo è stata uccisa.

Nel tempo presente, Mabel, Charles e Oliver sono invasi dal senso di colpa e si chiedono se questo avrebbe potuto salvarla se l’avessero lasciata entrare.

L’unico modo per onorare la memoria di Bunny è trovare il suo assassino, e il trio lo fa mettendo insieme un puzzle più grande. Bunny è stato pugnalato non solo con un ferro da calza, ma anche con un coltello.

Il coltello compare nell’appartamento di Charles nei continui tentativi di incriminarli. Danno il coltello al detective Williams ( Da’Vine Joy Randolph ), che lo fa testare e scopre su di esso il DNA dell’assassino.

Prima di morire, Bunny sussurra anche due cose a Mabel, una era “14” e l’altra apparentemente era “Savage”, poi pensa essere “Passage” e alla fine si rivela essere “Sandwich” – come in Sandwich 14, l’ordine dell’assassino al Pickle Diner.

I sospettati della stagione 2 di Only Murders in the building

Nel corso della stagione, la colpa è diretta verso diversi sospettati, tra cui:

  • Nina Lin ( Christine Ko ), il successore di Bunny che l’ha minacciata di dimettersi il giorno in cui è stata uccisa;
  • Alice, perché ha mentito sul suo passato e poi viene vista da Mabel mentre ricrea la scena del crimine di Bunny;
  • Marv ( Daniel Oreskes ), un fan del podcast che trovano in agguato nei tunnel;
  • Cinda ( Tina Fey ) che farebbe di tutto per ottenere ascolti per il suo podcast “Only Murderers in the Building”;
  • e infine il misterioso Glitter Guy.

Ma con un elaborato “Killer Reveal Party”, il trio spinge l’assassino a farsi avanti.

L’assistente di Cinda, Poppy ( Adina Verson ), si rivela essere la mente, con il partner di Williams, il detective Kreps ( Michael Rapaport ), come suo complice (e fidanzato segreto) – Glitter Guy.

Il vero nome di Poppy è in realtà Becky Butler, una ragazza dell’Oklahoma che, come ricorderete, sarebbe stata uccisa secondo il popolare podcast di Cinda “All Is Not OK in Oklahoma”.

Si scopre che Becky, che ascoltava i podcast di Cinda come un modo per sfuggire alla sua vita insoddisfacente in Oklahoma, ha inscenato la propria scomparsa, ha cambiato il suo aspetto e ha lanciato a Cinda l’idea “Non tutto è OK in Oklahoma” nella speranza di lavorare con lei.

Dopo aver realizzato che non avrebbe mai ottenuto il credito che meritava lavorando con Cinda, ha ucciso Bunny nel tentativo di ottenere una promozione, ma poi si è resa conto che Cinda l’avrebbe sempre trascurata.

Ha invece tentato senza successo di incriminare Cinda, ma senza alcun risultato. Poppy e Kreps vengono arrestati e il trio è finalmente fuori dai guai.

Il finale della stagione 2 di “Only Murders in the Building”?

Adoriamo il lieto fine e siamo contenti che il trio ottenga anche il suo. Mabel finalmente inizia a ristrutturare l’appartamento con l’aiuto di Alice.

Grazie alla risoluzione dell’omicidio di Bunny, Charles ottiene un ruolo esteso nel riavvio di Brazzos. Oliver affronta Will, pronto a dirgli la verità su suo padre, ma Will gli dice che se non è suo padre, allora non sa cosa sia un padre.

Un anno dopo, vediamo Charles nella commedia di Oliver a Broadway, insieme a Ben Glenroy ( Paul Rudd ), ma i due non vanno affatto d’accordo.

Lo spettacolo viene presentato in anteprima e, quando Ben entra sul palco, crolla e muore (sussulto!).

La terza stagione avrà nuovi colpi di scena. Inoltre vedremo nel cast Meryl Streep. Altri membri ricorrenti del cast confermati includono Jesse Williams , Andrea Martin (di ritorno dalla seconda stagione) e Ashley Park .

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Star Wars: The Bad Batch disponibile da oggi solo su Disney+

playblog.it

Tutte le novità in arrivo in streaming su Disney+

playblog.it

L’Era Glaciale: le Avventure di Buck – Disponibile Ora su Disney+

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento