Tecnologia

Rivelati i nodi di processo delle CPU AMD Zen 5 e Zen 6

Rivelati i nodi di processo delle CPU AMD Zen 5 e Zen 6

Le CPU Zen 5 di AMD non arriveranno fino al prossimo anno, ma stiamo già assaporando i dettagli sul suo successore, Zen 6, incluso il nome in codice principale e il nodo di processo. Le informazioni provengono dal profilo LinkedIn di un ingegnere AMD, quindi è probabilmente molto più accurato del tweet di un leaker casuale.

Md Zaheer, Senior Silicon Design Engineer presso AMD, ha scritto nel suo profilo LinkedIn di aver lavorato alla gestione dei processori Zen 4 (2020), Zen 5 (2021 – 2022) e Zen 6 (2023), pubblicando i loro nomi in codice e nodi di processo.

Da allora l’ingegnere ha cambiato questi nomi in AMD1, AMD2 e AMD3, ma non prima che l’utente di Twitter Maraux David catturasse uno screenshot e lo pubblicasse in un tweet ora cancellato.

AMD ha già rivelato nelle sue roadmap che Zen5 utilizzerà i nodi di processo a 4 nm/3 nm e prevede di lanciare la sua prossima architettura nel 2024. Zaheer ha rivelato che i core Zen 5 sono internamente noti come Nirvana e scrive che sarà basato sul processo a 3 nm.

Per quanto riguarda Zen 6, il post ha rivelato che proveniva dal nodo di processo a 2 nm e i suoi core hanno il nome in codice Morpheus, un nome in codice utilizzato da Sony per il suo visore VR prima che diventasse PlayStation VR.

Non vi è alcuna indicazione che AMD rimarrà fedele a TSMC per i suoi futuri chip Zen, ma il colosso taiwanese ha dichiarato l’anno scorso che il suo nodo N2 (2nm) sarebbe entrato in pre-produzione nel 2024 prima di entrare in piena produzione nel 2025. Il processo sarà di TSMC primo a passare da FinFET a un design gate-all-around (GAA) utilizzando nanosheets e aggiungerà binari di alimentazione sul retro in una versione futura di N2. Sembra che Zen 6 non arriverà almeno fino al 2025, quando terminerà il supporto per il socket AM5.

A settembre, i rapporti affermavano che il CEO di AMD Lisa Su e altri dirigenti avevano in programma di incontrare TSMC per negoziare i piani di produzione per i nodi a 3 e 2 nm, suggerendo che la società rimanesse con il suo partner di produzione.

Per quanto riguarda Zen 5, Jim Keller, che ha guidato lo sviluppo dell’architettura della CPU Zen di AMD ed è ora CEO della società di hardware AI Tenstorrent, la scorsa settimana ha parlato degli enormi miglioramenti delle prestazioni che prevede che Zen 5 offrirà rispetto a Zen 4. Ha detto che il prossimo- gen sarebbe il 30 percento più veloce di Zen 4 nei carichi di lavoro interi e sarebbe significativamente più efficiente dal punto di vista energetico. Dovremo aspettare fino alla seconda metà del prossimo anno per scoprire se Zen 5 è all’altezza dell’hype.

Post originale:

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Philips Hue le differenze tra White, White Ambience e White and Color Ambience

Intel porta i processori Tiger Lake di 11a generazione sui Chromebook

Samsung sviluppa DRAM DDR5 a 12 nm mentre il supporto DDR5 della CPU si amplia

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento