NetflixNews

One Day: il finale discusso dagli attori principali della serie Netflix

one day finale netflix

One Day: il finale discusso dagli attori principali della serie Netflix, Leo Woodall e Ambika Mod hanno commentato il finale della miniserie e gli elementi di speranza lasciati nell’episodio finale.

Quando ad Ambika Mod è stato offerto per la prima volta il ruolo di Emma Morley in “One Day”, lo ha rifiutato.

Come racconta la serie britannica in 14 episodi, a volte decisioni impulsive possono far deragliare le nostre vite, prima che il destino intervenga per correggerle.

L’adattamento Netflix del romanzo bestseller del 2009 di David Nicholls racconta la lenta e tormentata storia d’amore che dura due decenni tra Emma e Dexter Mayhew (interpretato da Leo Woodall).

Fortunatamente, a Mod non ci sono voluti 20 anni per capire qual era il suo destino. “Il cambio di idea è avvenuto improvvisamente e senza spiegazioni”, racconta l’attrice britannica (“This Is Going to Hurt”) in un’intervista, aggiungendo che la sua esitazione iniziale derivava da un sincero amore per il materiale originale, avendo letto il libro quando aveva 13 anni.

“Onestamente, non mi vedevo in quel ruolo. Ci è voluto del tempo durante le riprese perché mi convincessi che fosse la scelta giusta per me essere lì a farlo”.

Per Woodall, attratto dalla stupidità e dalla vulnerabilità di Dexter, dire di sì al ruolo è stato immediato ed è stato seguito da “un enorme sospiro di sollievo”. Dopo aver superato quello che descrive come un “rigoroso processo di audizione” (inclusi numerosi round e letture di alcune delle scene più intense di Dexter), l’attore di “White Lotus” era ansioso di approfondire il ruolo.

“È semplicemente una storia bellissima, bellissima, e ha già questa eredità”, dice a Tudum sul romanzo, che è stato anche adattato in un film del 2011 con Anne Hathaway e Jim Sturgess. “Entrambi i personaggi sono così ben formati. C’è una grande [quantità] di gioia”.

ATTENZIONE SPOILER: Questo articolo contiene importanti dettagli sulla trama e sui personaggi.

Il finale della serie One Day

Per Mod, parte della gioia del progetto è venuta dal lavorare con Woodall. “Stavo aspettando da un po’ di scoprire chi sarebbe stato il mio Dexter, e sono stata molto contenta quando è stato Leo”, dice. La coppia si è incontrata dopo essere stata scelta per “un caffè che ovviamente si è poi trasformato in un gin tonic”, racconta Woodall.

Dopo che Mod e Woodall sono stati scelti, la regista principale e produttrice associata Molly Manners (che ha diretto gli episodi 1, 2, 3 e 14) non ha voluto che la coppia provasse troppo le scene.

Invece, faceva conversare gli attori mentre erano nel personaggio per farli abituare a stare nella testa di Dexter ed Emma. “Voglio provare con l’improvvisazione, essenzialmente, e giocare con gli argomenti, gli ambiti e gli anni diversi”, dice.

Sullo schermo, Emma e Dex si incontrano per la prima volta il 15 luglio 1988, la notte del loro diploma dall’Università di Edimburgo. Dopo un incontro inaspettato, i neo-diplomati sognano ad occhi aperti. Emma, aspirante scrittrice, dice a Dexter che spera un giorno di cambiare il suo piccolo angolo di mondo.

Dexter, d’altra parte, mira in grande al successo e alla fortuna. La mattina dopo la conversazione continua mentre salgono a piedi sull’antico vulcano della capitale scozzese, Arthur’s Seat.

Tra gli aspetti particolari c’è da dire che il cast e la troupe sono saliti davvero sulla vetta del famoso picco per girare quelle scene. “Salgo su Arthur’s Seat ogni volta che faccio l’Edinburgh Fringe, quindi l’ho fatto circa quattro o cinque volte, ma è stato molto surreale filmare lassù”, dice Mod.

Il finale della serie One Day discusso dagli attori della serie

Tornati a terraferma, Dex ed Em – come si chiamano l’un l’altra – prendono strade separate, ma promettono di rimanere in contatto. Ogni episodio rivisita la coppia un anno dopo in questa data particolare, mentre le circostanze della loro vita li spingono insieme e li allontanano.

Inizialmente, a differenza di una Em disillusa che serve cibo messicano disgustoso in un ristorante kitsch due anni dopo la laurea, la stella di Dex sale rapidamente. Il suo bell’aspetto e il suo fascino lo portano davanti alla telecamera, presentando un programma di tarda notte.

Nell’episodio 3, visita il suo migliore amico a Londra, dove lui ed Emma salgono a Primrose Hill e si attardano sulla collina, aggiornandosi mentre il sole tramonta.

Nella scena, Em dice che ha intenzione di tornare nella sua città natale, Leeds, confessando di sentirsi persa dopo il fallimento del suo primo tentativo di scrittura teatrale. “Hai scritto qualcos’altro? Hai continuato? No. Ti sei sepolta nelle quesadillas”, le dice bruscamente Dex. È l’unica persona che può spingere Emma a rendersi conto che essere un’idealista non farà automaticamente avverare i suoi sogni – e, a sua volta, è l’unica che può rapidamente mettere con i piedi per terra il talentuoso Dex.

I primi anni di Em hanno colpito profondamente Mod, che ha iniziato con il cabaret. “Ero sicuramente io quella che usciva dall’università: lavori a tempo pieno e la sera facevo spettacoli e comedy”, dice a Tudum. “Mi sono sicuramente identificata con la frustrazione che provava in quella situazione.”

La scena di crisi di fiducia di Primrose, la prima lunga conversazione che Dex ed Em hanno nella camera da letto di Emma nell’episodio 1, e la scena del labirinto nell’episodio 10 sono state le tre scene che Mod e Woodall hanno interpretato durante la lettura della loro chimica.

“Erano tutte lunghe come 10 pagine e le abbiamo fatte tutte diverse volte”, dice Mod. “Quindi è stato molto, molto rigoroso”. Manners, che era presente durante le letture di chimica, aggiunge: “Sembrava che si conoscessero già e che fossero a loro agio l’uno con l’altro.”

Il finale della serie One Day discusso dagli attori della serie

Man mano che gli episodi procedono, Em alla fine trova una carriera nell’insegnamento che le dà uno scopo. “Immagino che la sicurezza che ottiene dall’insegnamento e da quel percorso professionale sia qualcosa che ho provato io quando ho iniziato a recitare”, dice Mod.

Ma col passare degli anni, Dex fa fatica ad accettare la morte della madre e inizia a fare affidamento sull’alcol per superare la giornata, ritrovandosi su un sentiero oscuro. “La cosa che mi ha davvero attratto di lui sono stati i momenti di dolore”, dice Woodall. “Sentivo solo che volevo davvero – suona strano dirlo – aiutarlo.”

La storia continua per i trentenni di Dex ed Em – anni che Mod e Woodall, rispettivamente di 29 e 27 anni, non hanno ancora vissuto.

“Abbiamo interpretato così tanti anni della vita di Emma e Dexter che non abbiamo ancora vissuto [poiché] ovviamente siamo molto più giovani di Emma e Dexter nella seconda metà della serie”, dice Mod.

“È stato strano”. Hanno dovuto anche familiarizzare con telefoni e computer degli anni ’80 e ’90 che non avevano mai visto in azione. “Ci hanno dovuto insegnare a usare un sacco di vecchia tecnologia”, dice Mod. “Eravamo tipo, ‘Cos’è questo?!'”

Con gli alti e bassi travolgenti della storia d’amore di “Un giorno”, arrivano anche i momenti di profondo sconforto che sono difficili da scrollarsi di dosso sia per gli spettatori che per gli attori.

Così, quando Dex ed Em finalmente trovano l’equilibrio nella loro relazione dopo così tanti anni, sembra crudele che la loro storia d’amore arrivi a una fine brusca. “È incredibilmente straziante – ti senti un po’ derubato”, dice Woodall. “È stato abbastanza difficile uscirne dopo aver finito.”

L’episodio finale della serie One Day

Nell’episodio finale, Dex è seduto da solo nella camera da letto che un tempo condivideva con Em. Circondato da scatole di trasloco e con solo una bottiglia di liquore per compagnia, il suo dolore è travolgente – finché non immagina e parla con una visione di Emma.

“Non sarà sempre così”, gli ricorda. “Ti sentirai in colpa, avrai i postumi di una sbornia e ti sentirai semplicemente una merda. Tutto il giorno. E andrà avanti così, finché non lo farà. Perché un giorno, non lo sarà.”

Mod dice che l’episodio 14 è stato in realtà uno dei primi che hanno girato durante la produzione.

“È stato un giorno davvero speciale”, racconta. “Qualcuno ha gridato ‘Taglia!’ – ed è stato solo silenzio. Sono uscita dalla stanza e Molly, la nostra regista, si è avvicinata a noi ed era in lacrime, e tutti gli altri erano sull’orlo del pianto, e io ho pensato: ‘Oh, forse siamo su qualcosa di speciale qui’. È stato molto valido e rassicurante avere quella reazione.”

Per Woodall, girare quella scena è stato “intenso”. “Inizialmente ero solo nella stanza con Andrew, il nostro operatore di camera A che entrambi adoravamo tanto, e mi sono sentito subito al sicuro”, afferma.

“Poi, in modo molto silenzioso, Ambika è entrata nella stanza, si è seduta e abbiamo continuato con la scena. È stato fatto in modo molto bello”. Durante le riprese, Woodall si asciugava le lacrime ogni volta che piangeva, ma Manners non voleva che si trattenesse.

“Gli ho detto: ‘Stavolta non asciugarle via. So che potrebbe sembrare spiacevole, ma proviamo. Lasciale cadere'”, aggiunge il regista. “Trovo sia così bello e in un certo senso purificante vederle cadere”.

Il finale di speranza lasciato dalla serie One Day

Alla fine della serie, sappiamo che con il tempo Dex riuscirà, un giorno, a vedere le nuvole aprirsi. “Sarebbe stato facile finirla in modo tale da far dire: ‘Beh, è la cosa più triste che abbia mai visto'”, dice Woodall.

“Ma non lo fanno. La lasciano con una nota molto positiva”. Questo è rafforzato dalla sequenza finale di “One Day”, un montaggio di baci tra Dex ed Em nel corso degli anni, a partire dal loro bacio dopo l’escursione ad Arthur’s Seat. “È un modo davvero sano di lasciarli”, dice Woodall.

Mod pensa che sia stato “solo giusto” salutare Em e Dex in quel modo.

“Penso che sia questo ciò che è straziante del libro: la giustapposizione di questi due studenti ingenui e i sogni che hanno per il loro futuro, e poi come vanno le cose in realtà”.

Ma fino a quando non hanno visto il montaggio finale dell’ultimo episodio, i due protagonisti non sapevano che il montaggio fosse stato aggiunto. In realtà, non era incluso nella sceneggiatura. “Era come sfogliare un album di foto e tutti quei ricordi, come lampi e momenti, venivano a te”, dice Manners, che ha avuto l’idea con il direttore della fotografia Nick Cooke.

“È stato nuovo per noi”, dice Mod. “Racchiude perfettamente ciò che quel momento sta cercando di fare e ciò che il libro fa così bene. È pieno di speranza e bellissimo. Mi ha davvero tolto il fiato”.

 

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

The Future Diary un reality su matrimonio e amore su arriva su Netflix

playblog.it

Bling Empire è arrivata in streaming su Netflix la Stagione 2

playblog.it

Il football arriva su Netflix con We Are: The Brooklyn Saints

Mattia PlayBlog.it

Lascia un commento