NetflixNews

L’intervista alla vera Martha di Baby Reindeer: vuole un milione da Netflix

baby reindeer martha intervista

L’intervista alla vera Martha di Baby Reindeer: dopo che il pubblico ha scoperto chi fosse la vera Martha un giornalista inglese ha voluto sentire anche il suo punto di vista e capire se la storia è realmente vera. Tra le dichiarazioni di Fiona Harvey, ha detto che vuole un milione da Netflix.

Fiona Harvey, la vera “Martha” di Baby Reindeer ha anche dichiarato di voler di più da Piers Morgan, il giornalista che l’ha intervistata, dopo la sua prima apparizione televisiva per discutere della serie Netflix.

In seguito alle sue affermazioni di essere la donna interpretata come stalker del comico Richard Gadd nella serie limitata di successo di Netflix, Harvey ha accettato un’intervista con il giornalista nel suo programma YouTube Piers Morgan Uncensored.

Harvey ha detto al Daily Record in un’intervista martedì che inizialmente le era stata offerta una piccola somma per fare l’intervista con Morgan.

“Mi hanno offerto 250 sterline [315 dollari] e ho chiesto se era quello che pagavano tutti e, in tal caso, volevo vedere la documentazione in tal senso”, ha detto Harvey. “Quella documentazione non è stata fornita. Non ho firmato un contratto per il colloquio e cercherò molto più di 250 sterline insignificanti.

Invece, ha aggiunto Harvey, sta cercando molto di più per l’apparizione nell’intervista, dicendo al Daily Record : “Mi accontenterei di un milione”, che in sterline inglesi equivarrebbe a circa 1,25 milioni di dollari in dollari americani.

Guarda l’intervista della vera Martha di Baby Reindeer: Fiona Harvey

In Baby Reindeer , Richard Gadd racconta una versione romanzata della sua storia di vita vera nei panni di Donny Dunn, un cabarettista e barista in difficoltà che viene perseguitato incessantemente da una donna che chiama “Martha” (interpretata da Jessica Gunning ) dopo essere stato gentile con gli altri. donna al pub in cui lavora.

Baby Reindeer si basa sullo spettacolo teatrale personale del comico del 2019 nel Regno Unito. Si dice che Martha abbia inviato a Gadd più di 41.000 e-mail e lasciato 350 ore di messaggi vocali in oltre quattro anni. Ma Harvey ha negato quei numeri nella sua intervista con Piers Morgan.

Quando Morgan ha chiesto a Fiona Harvey informazioni sulle e-mail, lei ha affermato di averne inviate solo 10 a Gadd, insieme ad alcuni messaggi di testo e circa 18 tweet.

Negando il resoconto di Gadd sugli incontri che portarono alla creazione di Baby Reindeer, Harvey dice anche a Morgan: “In genere penso che abbia problemi psichiatrici estremi… È un’opera di finzione. È un’opera di iperbole, come ho sempre detto. E ci sono due fatti veri in questo. Si chiama Richard Gadd e lavora come barista a pagamento all’Hawley Arms. E ci siamo incontrati, due o tre volte…”

Dall’evento live su YouTube con l’omonimo conduttore di Piers Morgan Uncensored della scorsa settimana, l’intervista di Harvey è stata vista circa 12 milioni di volte.

L’intervista alla vera Martha di Baby Reindeer: vuole un milione da Netflix

Parlando con il Daily Mail prima della sua intervista con Morgan, l’allora anonima Harvey ha detto che stava minacciando di citare in giudizio Gadd perché “era vittima di bullismo per la fama”.

Durante la sua intervista con Morgan, Harvey ha minacciato ancora una volta di citare in giudizio Gadd, così come Netflix.

“Se non riesco a far chiudere facilmente lo show, se non mi danno i soldi – e sto parlando di 1 milione di sterline [1,25 milioni di dollari] – i politici chiuderanno lo show”, ha detto Harvey. “Se il comportamento di Netflix fosse stato discusso in Parlamento così come è stato discusso in tutto il paese, allora lo spettacolo sarebbe stato chiuso – semplicemente così… Voglio almeno 1 milione di sterline e loro lo sanno.”

Da Netflix e la produzione non sono arrivati commenti.

Il giornalista Piers Morgan è stato a sua volta intervistato per il successo dell’intervista in cui ha spiegato le ragioni. In realtà la scelta di intervistare Fiona Harvey è stata del suo staff e non pensava potesse essere così di interesse. Nell’intervista quello che ha provato a capire è se la storia raccontata in Baby Reindeer fosse o meno una storia vera.

Secondo la sua opinione sembra che ci sia del vero, ma non tutta la storia è vera anche se è stata pubblicizzata come tale. A riguardo però Fiona Harvey non sembra aver ancora agito per vie legali.

Nel frattempo il giornalista Piers Morgan ha proposto anche a Richard Gadd di raccontare la sua versione, ma al momento non ha accettato l’invito.

La piccola renna è vera?

Il giornalista tra le varie domande ha chiesto se la storia della piccola renna è vera. E a quanto pare Fiona Harvey ha confermato di avere una piccola renna.

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Secret Obsession di Netflix: un avvertimento per tutte le donne

BLACK MIRROR Stagione 6: la sua vita diventa una SERIE in STREAMING Netflix

playblog.it

Paolo Sorrentino e Netflix insieme per il film The Hand of God girato a Napoli

1 commento

Baby Reindeer: il caso va in Parlamento e un parlamentare scrive a Netflix - PlayBlog.it 20/05/2024 at 20:09

[…] L’intervista alla vera Martha di Baby Reindeer:… […]

Reply

Lascia un commento