Tecnologia

Il CEO di Google afferma che un chatbot di intelligenza artificiale arriverà nella ricerca

Il CEO di Google afferma che un chatbot di intelligenza artificiale arriverà nella ricerca

Seguendo le orme del concorrente Microsoft, che ha aggiunto la stessa tecnologia dietro ChatGPT a Bing all’inizio di quest’anno, Google è sulla buona strada per includere un chatbot nel proprio motore di ricerca. Quando? Bene, il CEO Sundar Pichai è stato deliziosamente vago sulla cronologia.

In un’intervista con il Wall Street Journal all’inizio di questa settimana, Pichai ha svelato l’intenzione di Google di portare un chatbot nella ricerca di Google, ma è rimasto a bocca aperta sui dettagli che circondano quando potremmo aspettarci di vedere la tecnologia. Pichai ha anche dichiarato al Journal che la società sta lavorando a diversi prodotti di ricerca basati sull’intelligenza artificiale, incluso uno che consente agli utenti di porre domande di follow-up dopo aver digitato la query, che potrebbe aiutare Google ad allontanarsi dalla ricerca basata sui collegamenti che reso popolare. La mossa arriva quando il concorrente di Google, Microsoft, ha investito miliardi di dollari in un accordo con OpenAI di ChatGPT .

Il caso antitrust di Google è la cosa migliore che sia mai capitata all’IA

L’intelligenza artificiale potrebbe essere il prossimo disastro climatico
“Lo spazio di opportunità, semmai, è più grande di prima”, ha detto Pichai nella sua intervista con WSJ all’inizio di questa settimana. Ha aggiunto: “Le persone saranno in grado di porre domande a Google e interagire con gli LLM nel contesto della ricerca? Assolutamente.”

Microsoft ha colto l’attimo prima ancora che l’ondata di chatbot AI iniziasse a prendere slancio, mostrando interesse per OpenAI già nel 2020. Ora Microsoft sta spingendo l’intelligenza artificiale nella ricerca di Bing il più velocemente possibile con risultati contrastanti, eliminando anche il suo team di intelligenza artificiale etico. Bing, una volta una battuta finale per molti consumatori, ora potrebbe essere un vero concorrente contro la ricerca di Google, ma non prima che l’intelligenza artificiale di Bing ottenga una seria messa a punto.

Google non è del tutto disarmato nella sua lotta contro Microsoft, tuttavia, poiché il gigante della tecnologia sta lavorando da tempo sull’intelligenza artificiale sotto forma di modelli di linguaggio di grandi dimensioni.

Google ha persino svelato Bard, la sua risposta a ChatGPT, lo scorso febbraio. Detto questo, Bard ha ancora alcuni nodi da risolvere, come evidenziato durante una demo, quando l’IA ha emesso informazioni errate sul James Webb Telescope. Google è chiaro sul fatto che Bard non è Google Search, indicando che un progetto separato, non ancora rivelato, sarà probabilmente integrato nel motore di ricerca.

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Waze On: i 5 highlights del primo evento virtuale di Waze

Il concept video del Mac Nano con chip M2

playblog.it

Trump canta le migliori canzoni natalizie di sempre! Augura buon Natale con l’ex presidente USA

Lascia un commento