Apple

Hollywood Con Queen la storia vera della docu serie di Apple

hollywood con queen storia vera

ll nuovo documentario Hollywood Con Queen uscito l’8 maggio su Apple, descrive nel dettaglio una storia vera di una truffa in cui si ritiene che un uomo abbia impersonato vari dirigenti di Hollywood, uomini e donne, e abbia attirato freelance nel settore dell’intrattenimento con progetti falsi e sesso telefonico per più di un decennio.

Queste truffe sarebbero avvenute tra il 2010 e il 2020 ed ecco la storia vera che si cela dietro la serie documentario.

Hollywood Con Queen rivela come Hargobind Tahilramani abbia causato la perdita di circa 2 milioni di dollari ad almeno 500 vittime, tra cui truccatori, chef, artisti marziali, attori acrobatici ed ex militari che si occupavano di sicurezza privata per individui con un patrimonio netto elevato.

La serie di documenti si basa sui resoconti di Scott Johnson, i cui articoli per The Hollywood Reporter dal 2018 hanno sensibilizzato l’opinione pubblica sulla truffa e spinto centinaia di vittime a farsi avanti.

Lo spettacolo è anche basato sul suo libro del 2023 The Con Queen of Hollywood: The Hunt for an Evil Genius.

La storia vera di Hollywood Con Queen

I filmmaker di Hollywood Con Queen avevano una grande quantità di prove su cui lavorare: interviste con le vittime, scambi di e-mail che le vittime hanno salvato con falsi produttori e chiamate con il truffatore che le vittime hanno iniziato a registrare quando si sono rese conto che le cose stavano diventando sospette.

Nicoletta Kotsianas, un’investigatrice aziendale inizialmente assunta dal dirigente di Hollywood ed ex capo della Sony Pictures Amy Pascal, che era una delle persone impersonate da Tahilramani, ha detto che tracciare i domini di posta elettronica era come un gioco di colpisci la talpa; ogni volta che ne spegneva uno, ne veniva aperto uno nuovo.

Oltre a ciò, il truffatore veniva utilizzato con nomi diversi da persone diverse. Kotsianas ha trascorso sei mesi esaminando come la gente lo chiamava nei commenti sui social media e confrontandolo con i nomi indonesiani prima di capire che il sosia doveva essere Hargobind Tahilramani.

Nel documentario è conosciuto principalmente come Harvey, il suo soprannome d’infanzia.

Come operava la “Hollywood Con Queen”?

Uno dei motivi per cui così tante persone sono cadute nella truffa per così tanto tempo è che per i lavoratori freelance è relativamente normale essere chiamati all’improvviso con un’opportunità.

E le persone che si pensava fossero dietro le telefonate, ma che in realtà venivano impersonificate, erano tutte facili da cercare su Google.

Nel 2017, il regista Will Strathmann ha ricevuto un’e-mail da qualcuno che pensava fosse Pascal. Il tizio gli chiedeva di andare in Indonesia per trovare personaggi per uno storyboard per un pilota da proporre a Netflix.

Dato che nel settore freelance è normale ricevere un rimborso in un secondo momento, non ci ha pensato due volte a pagare il conto degli interpreti e delle spese di viaggio. La persona che Strathmann pensava fosse Pascal non avrebbe mai potuto incontrarlo di persona, nonostante lo chiamasse sempre alle 2 del mattino per parlare di affari.

Nel documentario sono presenti le registrazioni di alcune delle chiamate più irregolari. Ma ha iniziato a insospettirsi quando gli hanno chiesto di andare in Indonesia e a Bali, prosciugando i suoi risparmi. Nel complesso, dice, ha perso $ 54.452.

La storia vera di Hollywood Con Queen

Alcune delle vittime sono cadute nella truffa durante il lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19 . Con le produzioni in fase di stallo, la prospettiva di qualcosa in cantiere ha dato speranza ai freelance.

Un attore che usa lo pseudonimo di John Taylor nel documento ha detto che pensava di pagare per lezioni di esercizi di postura nelle arti marziali e per poter apparire in un film diretto da Doug Liman , che fa molti film d’azione . Ha ricevuto messaggi di testo con un elenco di film da guardare e l’incarico di scrivere saggi di analisi dei personaggi su ciascuno di essi.

“Ero annoiato e questa era una cosa così strana ed eccitante che accadeva nella mia vita”, mentre descrive com’era fare i compiti. “Questa è stata una distrazione davvero gradita.”

Ma la parte più inquietante della truffa è il sesso telefonico. Una notte, Taylor ricevette una chiamata a mezzanotte da qualcuno che affermava di essere Barbara Ellison, ex moglie del magnate Oracle Larry Ellison . Lei avrebbe dovuto avere una proprietà con una palestra dove potesse allenarsi e voleva conoscerlo.

Poi a Taylor è stato chiesto di fingere come se la stesse leccando, e poi ascoltare mentre la persona aveva un orgasmo al telefono. In quello che pensava fosse un incontro di rete su Skype con Donna Langley , capo della Universal Pictures, il falso dirigente gli ha chiesto di baciare la telecamera, togliersi i vestiti e toccarsi (cosa che non ha fatto).

Affrontare la “Con Queen”

È raro guardare un documentario su un vero crimine in cui viene intervistato l’autore del reato, quindi la parte più sorprendente di Hollywood Con Queen sono le conversazioni che Johnson ha registrato per il suo libro con Harvey: una finestra in cui la sua identità è stata esposta, ma prima che lui arresto nel 2020.

Johnson si è fatto addirittura filmare da qualcuno mentre affrontava Harvey a Manchester, dopo aver finto che fosse a Londra sui social media. Invece di evitare Johnson, Harvey ha accolto con favore le interviste su Zoom e lo ha chiamato regolarmente.

“Immagina se mi succedesse qualcosa di grandioso dopo questo”, disse Harvey a Johnson a un certo punto. In uno scambio particolarmente significativo, snocciola i suoi personaggi cinematografici preferiti, come Ursula, la cattiva de La Sirenetta , Meryl Streep e tutti i suoi diversi accenti in Sophie’s Choice , e Glenn Close che interpreta una truffatrice in Dangerous Liaisons . “C’è così tanto che puoi fare come attore, eh?” disse a Johnson.

È chiaro che Harvey ha sempre desiderato essere famoso, ha sempre desiderato essere uno scrittore o un regista di Hollywood, quindi questi progetti di film finti erano il suo modo di cercare di realizzare quel sogno.

Johnson dice al TIME che è ancora una questione aperta cosa lo abbia portato esattamente a truffare così tante persone, ma dice che una teoria è che sia fondato sul “risentimento” per “i suoi tentativi falliti di diventare lui stesso una persona significativa a Hollywood in un momento precedente”. nella sua vita.”

La storia vera di Hollywood Con Queen

Il destino di Harvey è ancora da decidere. Da quando è stato arrestato nel novembre 2020, rimane nel Regno Unito. Il 6 giugno 2023, un giudice britannico ha stabilito che sarebbe stato estradato negli Stati Uniti dove avrebbe potuto essere processato per i suoi crimini, quindi attualmente sta combattendo contro l’estradizione.

Si ritiene che Harvey sia l’unica persona che impersona i dirigenti di Hollywood in questo caso; nessun altro attore è stato associato a questi programmi.

Per evitare di cadere in simili schemi, Kotsianas sottolinea che le persone dovrebbero essere sospettose se ricevono continue telefonate, soprattutto per compiti urgenti. È importante prestare attenzione ai domini di posta elettronica ed essere in grado di richiamare una persona invece di dover essere sempre chiamato da una persona.

La truffa “Hollywood Con Queen” “è una versione molto estrema di ciò che accade ogni singolo giorno su Internet a milioni e milioni di persone in queste truffe”, come dice lei. “Questo potrebbe succedere a chiunque.”

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

App Store si espande in 20 nuovi paesi nel 2020

Shantaram una serie thriller su Apple Tv+ con Charlie Hunnam

Alessio PlayBlog.it

Tesla Apple CarPlay aggiornato l’Hack che ora funziona con qualsiasi modello di Tesla

Leonardo Playblog.it

Lascia un commento