Tecnologia

Google introduce nuove impostazioni sulla privacy degli annunci per gli utenti Android

Google introduce nuove impostazioni sulla privacy degli annunci per gli utenti Android

Google ha un nuovo modo per mostrarti annunci sul tuo telefono chiamato Privacy Sandbox. Ti aiuta a vedere gli annunci che potrebbero piacerti, ma protegge anche la tua privacy.

Privacy Sandbox non utilizza il tuo ID annuncio né ti traccia tra le app. Utilizza solo i tuoi interessi, che sono memorizzati sul tuo telefono. Puoi vedere e modificare i tuoi interessi in qualsiasi momento.

La nuova preferenza annunci presenta una nuova grafica e ha tre impostazioni che puoi attivare o disattivare:

Argomenti degli annunci:

Puoi scegliere su quali argomenti vuoi vedere gli annunci. Ad esempio, se ti piacciono i film, puoi vedere annunci sui film. Se non ti piacciono gli sport, puoi bloccare gli annunci sugli sport.

Annunci suggeriti dalle app:

Le app che utilizzi possono suggerirti annunci su altre app. Ad esempio, se utilizzi un’app musicale, può suggerire annunci per concerti su un’altra app. Puoi impedire a qualsiasi app di farlo.

Misurazione degli annunci:

Le app e gli inserzionisti possono chiedere ad Android informazioni sull’andamento dei loro annunci. Ad esempio, possono vedere quante persone hanno fatto clic sui loro annunci. Android elimina queste informazioni regolarmente.

Dove trovare le nuove impostazioni sulla privacy degli annunci

Puoi trovare queste impostazioni in Impostazioni del telefono > Sicurezza e privacy > Altre impostazioni sulla privacy > Annunci.

Amazon Prime Video

 

Playblog.it

Netflix        News        Serie TV        Film        Amine        

Apple        Android        Tecnologia        Prime Video        Offerte        Disney+

Seguici su Facebook      Twitter      Pinterest
Seguici su TelegramNetflixOfferte Amazon PrimePrime Video

POST CORRELATI

Meta, precedentemente noto come Facebook, sta cercando di monetizzare il metaverso

Leonardo Playblog.it

Da ora puoi attivare le abilità di Alexa tramite le app mobili

Google aggiunge il supporto per la condivisione dei file di Windows a Chrome OS

Lascia un commento